Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bolzano, coniugi scomparsi: il movente dei soldi, "rivolevano dal figlio Benno quelli spesi per le tasse universitarie"

  • a
  • a
  • a

Coniugi scomparsi a Bolzano dal 4 gennaio: Peter e Laura avevano chiesto al figlio Benno la restituzione dei soldi per la retta universitaria. Un movente di carattere economico quindi, alla base del duplice omicidio dei coniugi Neumair, per la cui morte è indagato a piede libero proprio Benno, il figlio.

Secondo una delle ipotesi riportate su Corriere.it, i coniugi Neumair avrebbero chiesto al figlio di contribuire al menage familiare restituendo il denaro delle tasse universitarie, visto che non aveva poi conseguito la laurea. "Una cicostanza di cui non c'è conferma dall'università, ma che risulterebbe plausibile, in quanto, con la carenza di docenti di materie tecniche nella regione, Benno avrebbe potuto essere chiamato a insegnare anche con il diploma", si legge su fanpage.it .

La ricostruzione degli inquirenti sarebbe la seguente: i due genitori sarebbero stati uccisi in un appartamento annesso alla casa. 

Dopo il delitto i corpi sarebbero stati caricati nella Volvo di famiglia e lanciati dal ponte Vadena, il ponte che si trova a metà del tragitto Bolzano-Ora, percorso da Benno Neumair la sera della scomparsa, quando si è diretto a casa di un'amica per passare la notte. "Ricostruzione fantasiosa – commenta Flavio Moccia legale di Benno Neumair – non capisco perché ce ne sia menzione nell'atto di sequestro reperti".