Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nucleare, le 67 aree individuate per il deposito delle scorie radioattive. Tutti i comuni interessati

  • a
  • a
  • a

E' stato pubblicato il 5 gennaio l'elenco dei 67 siti che potranno potenzialmente ospitare il Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi italiani. Le mappe e i documenti della Sogin (società incaricata delle operazioni di smantellamento degli impianti nucleari italiani) ha pubblicato documenti e mappe nel portale Depositonazionale.it (clicca qui). 

Queste le aree interessate. In Piemonte 8 tra le province di Torino e Alessandria nei comuni di Caluso, Mazzè, Rondissone, Carmagnola, Alessandria, Quargento, Bosco Marengo. Due in Toscana nelle province di Grosseto (Comune di Campagnatico) e Siena (Pienza). Sono 22 le aree considerate idonee nel Lazio, tutte in provincia di Viterbo nei comuni di Ischia di Castro, Montalto di Castro, Canino, Cellere, Tessennano, Piansano, Arlena di Castro, Tarquinia, Vignanello, Soriano nel Cimino, Vasanello, Gallese, Corchiano. In Basilicata e Puglia i siti giudicati idonei sono 17 nei comuni nelle province di Potenza, Matera, Bari, Taranto (comuni di Genzano, Irsina, Acerenza, Oppido Lucano, Gravina, Altamura, Matera, Laterza, Bernalda, Montalbano, Montescaglioso). In Sardegna 14 nell'area di Oristano (nei comuni di Siapiccia, Albagiara, Assolo, Usellus, Mogorella, Villa Sant’Antonio, Nuragus, Nurri, Genuri, Setzu, Turri, Pauli Arbarei, Ortacesus, Guasila, Segariu, Villamar, Gergei). Infine in Sicilia sono state individuate nelle province di Trapani, Palermo, Caltanissetta  che ricadono nei comuni di Trapani, Calatafimi, Segesta, Castellana, Petralia, Butera.