Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pasqua in Umbria, cosa fare e dove andare

default_image

Felice Fedeli
  • a
  • a
  • a

Cosa fare in uno dei periodi più belli dell'anno in Umbria? Perugia “La grande fiera di Pasqua” che ha aperto sabato 15 aprile nel centro storico e proseguirà fino a lunedì 17 aprile. Sono circa 60 gli stand e 50 gli espositori non solo umbri, ma provenienti da diverse parti d'Italia, dislocati nell'acropoli. La fiera è suddivisa idealmente in due settori. Lungo corso Vannucci, piazza della Repubblica e via Mazzini ci sono produzioni artigianali e gastronomiche, curiosità e antiquariato mentre piazza Matteotti accoglie tutti i piaceri della tavola con la gastronomia proveniente da diverse regioni italiane e numerose specialità di street food. Foligno Saranno una ventina gli operatori presenti a Foligno, tra sabato 15 e lunedì 17 aprile, alla mostra mercato florovivaistica in programma nel centro storico, tra piazza della Repubblica e Largo Carducci. L'iniziativa, promossa dall'agenzia "Mylove Eventi" di Civitanova Marche con il patrocinio del Comune di Foligno, rientra nel rapporto stabilito con la città marchigiana. Spoleto La chiesa dei Santi Giovani e Paolo, uno dei gioielli monumentali di Spoleto, sarà aperta nel weekend di pasqua. Domenica 16 e lunedì 17: dalle 15.30 alle 19 La piccola chiesa sorge nell'area dell'antica Vaita Filittèria, il quartiere bizantino della Spoleto medievale. Fu consacrata nel 1174 e divenne una delle chiese parrocchiali della città; per la sua costruzione furono utilizzate pietre conce e materiale di spoglio di epoca romana. Montefalco Trascorrere una Pasqua unica in uno dei borghi più belli d'Italia con "Terre del Sagrantino", l'evento promozionale delle Eccellenze dei prodotti agroalimentari ed artigianali in programma da sabato a lunedì nella ringhiera dell'Umbria. Si parte oggi alle 10.30 nella Sala consiliare del Comune di Montefalco con la presentazione della guida "Vini Buoni d'Italia", l'unica guida dedicata ai vini dei vitigni autoctoni e vini prodotti da vitigni italiani. Alle 11.30 ci sarà l'inaugurazione di Terre del Sagrantino con l'apertura nel Chiostro di Sant'Agostino del Mercato delle eccellenze con olio, formaggi, salumi, ceramiche e tessuti protagonisti del territorio umbro che rimarrà aperto fino al 17 aprile. Città della Pieve Calarsi nelle viscere del centro storico, a 37 metri di profondità, lungo un'antica cisterna medievale; oppure degustare le eccellenze produttive, agroalimentari e artigianali dell'Umbria e dell'intero Stivale; e ancora assistere ai "Quadri Viventi" dalla forte suggestione mistica, immersi in un percorso storico e artistico unico. Sono solo alcune delle attrazioni che attendono i visitatori in occasione delle vacanze pasquali a Città della Pieve. Sabato, domenica e lunedì, dalle 9 alle 20, la Mostra mercato dei prodotti Agro-Alimentari e Artigianali ospiterà oltre 50 espositori che proporranno le eccellenze produttive del panorama nazionale e le produzioni dell'arte e dell'ingegno. Acquasparta Gli affreschi attribuiti a Giovan Battista Lombardelli e i prestigiosi soffitti a cassettone, in particolare quelli della sala del trono, saranno tra le principali attrazioni artistiche e culturali della riapertura di Palazzo Cesi per il periodo di Pasqua. Lo rende noto il sindaco, Roberto Romani, che annuncia la decisione dell'amministrazione di rendere visitabile l'antico palazzo fino a lunedì. Le porzioni el palazzo messe a disposizioni dei turisti saranno quelle del pian terreno e del piano nobile, riferisce sempre il sindaco, con la messa a disposizione di visite guidate dalle 10 e 30 alle 12 e 30 e dalle 15 e 30 alle 18 e 30. Città di Castello A pochi giorni dalla sua apertura, per "Malakos", il museo delle conchiglie di villa Capelletti, con l'aggiunta del museo delle tradizioni popolari, aumenta l'interesse e già sono stati molti i turisti e anche i tifernati a recarsi a visitarla Malakos', insieme alle altre strutture museali cittadine, Pinacoteca, museo della Tela Umbra, Museo diocesano, Musei Burri il giorno di Pasqua e il lunedì di Pasquetta saranno tutte aperte, eccezionalmente anche la Rotonda medioevale posizionata proprio in via della Rotonda al rione Prato. Nel centro storico, tra piazza Matteotti, piazza Fanti e i loggiati Gildoni e Ragnoni, l'altra attrazione sarà offerta nella giornata di Pasqua dall'edizione speciale di "Retrò", la rassegna espositiva di antiquariato, oggettistica antica, rigatteria, hobby e collezionismo.