Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calabria, prete positivo al Covid fa bere i fedeli dal suo stesso calice in chiesa. Follia a Lungro: rischio di un focolaio enorme | Video

  • a
  • a
  • a

Il prete è positivo al Covid ma in chiesa, alla messa, i fedeli bevono dal suo stesso calice e c'è il rischio di un focolaio enorme. Il caso rimbalza sul web prepotentemente. Siamo in Calabria,Lungro, in provincia di Cosenza,

 

 

Il video che proponiamo da Calabria news è eloquente. Il sindaco di Lungro, Giuseppe Santoianni - come riferisce il secoloditalia.it -  ha firmato l’ordinanza dopo aver appreso della positività al Coronavirus di uno dei fedeli presenti in chiesa nei giorni scorsi. A preoccupare è stata l’assoluta mancanza di osservanza dei protocolli anti Covid. Infatti, secondo la liturgia del rituale bizantino, quanto fatto dai fedeli sarebbe la regola. Prevede, infatti, che tutti bevano dallo stesso calice durante l’eucaristia. Tuttavia, la Cei ha modificato la liturgia per la pandemia. Non a caso, i fedeli non scambiano più il segno di pace durante la messa.

Come riportano i siti locali, decine di fedeli hanno bevuto dal suo calice durante una messa svolta secondo il rituale bizantino. Il sacerdote, un religioso di origine libanese, è risultato positivo al coronavirus. La Cattedrale di San Nicola di Mira, capitale religiosa degli italo-albanesi continentali, sede dell’Eparchia bizantina, è stata chiusa per essere sanificata.