Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Macerata, donna morta dopo la rapina: oggi l'autopsia. La procura vuol approfondire tutti gli elementi: ricostruzione e dubbi

Sul posto carabinieri e polizia

  • a
  • a
  • a

Una rapina finita male la notte della vigilia di Natale. Lo riferiscono i familiari ma la procura di Macerata che indaga sulla morte di Rosina Cassetti, la donna di 78 anni trovata senza vita sul pavimento della sua cucina in un’abitazione a Montecassiano in provincia di Macerata, vuol vederci chiaro.

 

 

Vediamo che cosa è successo. Secondo la ricostruzione dei familiari la donna viveva con il marito, la figlia e un nipote, poi un uomo si sarebbe introdotto in casa, avrebbe schiaffeggiato la figlia della vittima e poi legata, chiuso il marito in bagno, e portato via mille o duemila euro. A liberarli sarebbe stato il nipote al ritorno a casa. La vittima non presenta segni evidenti di violenza, quindi resta in piedi anche l’ipotesi di un malore. La Procura indaga per omicidio. Da quanto è trapelato - secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, gli inquirenti stanno anche seguendo la pista di un "omicidio all’interno delle mura familiari", non ci sono indagati. Oggi è in programma l’autopsia sul cadavere dell’anziana. Secondo quanto si è appreso, la donna potrebbe essere stata soffocata.

Ci sono anche altri elementi che alimentano i dubbi: alcuni vicini alle 17.30 di giovedì avevano suonato al campanello della villetta senza avere risposta, i cani di grossa taglia che dal cortile non hanno mai abbaiato, il cancello della casa senza segni di forzature, la mancanza di tracce di un passaggio anche nel vicolo sul retro.