Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milano, Stefano Ansaldi: le ultime ore del medico trovato sgozzato rivelate dalle telecamere. I biglietti strappati al bar, il mistero dell'incontro e del cellulare

  • a
  • a
  • a

Gli inquirenti cercano di ricostruire le ultime ore di Stefano Ansaldi, il medico trovato morto vicino alla stazione Centrale di Milano. Una telecamera di sorveglianza è di aiuto e, riferisce il Corriere della Sera, si vede il dottore seduto a un tavolino di un bar della stazione Centrale, ripreso in mezzo a migliaia di viaggiatori di corsa. I guanti in lattice, la mascherina intento a strappare dei piccoli fogli: li divideva, si alzava, li buttava nel cestino e tornava. Messaggi alla famiglia o dell'altro?

La fonte riferisce di "debiti progressivi, opprimenti, che gli avevano portato via lo studio clinico, dichiarato fallito nel 2019, conseguenza di buchi per mezzo milione di euro, come ricostruito dal Corriere in questi giorni; soldi forse perduti, depredati da loschi mediatori in misteriosi bonifici all’estero nei «paradisi fiscali» maltesi; e soldi inesistenti che il ginecologo Ansaldi sperava arrivassero per avviare, questi i piani, una nuova attività imprenditoriale". 

Emerge che Ansaldi aveva comprato un biglietto del treno di sola andata, da Napoli dove abitava, a Milano dove è morto. I carabinieri del Nucleo investigativo indagano su un eventuale appuntamento al quale nessuno si sarebbe presentato. O forse no. I carabinieri indagano senza sosta sulla fine del 65enne, avvenuta tra le 18.01 e le 18.04 di sabato, in via Macchi.

Il taglio alla gola inferto da un killer o auto inferto?  Il testimone non ha notato persone che scappavano. E non ha notato fuggitivi sull’asfalto alle spalle del medico. "Che l’eventuale assassino abiti nei palazzi affacciati su questi cento metri", si domanda il Corriere.

Poi le domande sul telefonino che è sparito un’ora prima della morte. L’hanno rubato? Se l’ha buttato lui, l’avrebbe fatto per nascondere numeri e messaggi che forse voleva rimanessero segreti. "Non aveva denaro in quella sua 24 ore, vuota - il contatto avrebbe dovuto riempirla di banconote - eccetto che per dei biscotti", riferisce la fonte. E il mistero del medico continua. Fitto.