Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco: "In Vaticano non c'è Mandrake. Andiamo avanti insieme. E mai dialogare con il diavolo"

  • a
  • a
  • a

A papa Francesco di certo non manca la battuta. Il pontefice incontra i dipendenti della Santa Sede e del Governatorato della Città del Vaticano con i loro familiari, come fa ogni anno. Ma stavolta non fa giri di parole: "Nel governatorato e nella segreteria di Stato non c'è Mandrake, non c'è la bacchetta magica, ma dobbiamo trovare la via per andare avanti tutti insieme, come in una sola famiglia". Mago a parte, Francesco ha parlato anche del Covid sottolineando che anche "la Santa Sede ne ha risentito e sta facendo ogni sforzo per affrontare nel migliore dei modi questa situazione precaria. Si tratta di ottemperare le legittime esigenze di voi dipendenti e quelle della Santa Sede: dobbiamo venirci incontro reciprocamente, impegnandoci tutti per superare questo momento di criticità con buona volontà e pazienza". E ancora: "La crisi è un fenomeno che investe tutti e tutto. E' presente ovunque e in ogni periodo della storia, coinvolge le ideologie, la politica, l'economia, la tecnica, l'ecologia, la religione. Si tratta di una tappa obbligata della storia personale e sociale. Si manifesta come un evento straordinario, che causa sempre un senso di trepidazione, angoscia, squilibrio e incertezza nelle scelte da fare. Come ricorda la radice etimologica del verbo krino: la crisi è quel setacciamento che pulisce il chicco di grano dopo la mietitura". Ma Francesco mette in guardia: "Gesù mai dialoga col diavolo, mai. E noi dobbiamo imparare da questo, col diavolo non si dialoga mai", un passaggio ovviamente non riferito alla pandemia, ma agli scandali della Chiesa.