Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Libia, liberi i pescatori di Mazara del Vallo. Il premier Conte: "Buon rientro a casa". Salvini: "Smania di comunicazione di Casalino"

  • a
  • a
  • a

"Buon rientro a casa". Così, su Twitter, il premier Giuseppe Conte ha commentato la notizia dei pescatori siciliani librati dopo essere stati trattenuti 108 giorni in un carcere in Libia.

 

 

"La liberazione dei pescatori italiani trattenuti in Libia dimostra che il governo e la Farnesina hanno lavorato bene, in silenzio, senza clamori e alla fine hanno portato a casa i nostri connazionali senza cedere a ricatti. La lunghezza della loro detenzione è la dimostrazione che la trattativa non è stata facile. Chi fa ironia come Salvini evidentemente non conosce il lavoro che è stato fatto. Grazie al ministro Di Maio e al presidente Conte per questo risultato", dichiarano in una nota i senatori del Movimento 5 Stelle della commissione Esteri di Palazzo Madama.

 

 

 

Matteo Salvini aveva detto che "questa operazione non è stata portata avanti da parte politica, ma da servizi di 007 che vigilano sulla sicurezza del paese. Questo tipo di operazioni - ha aggiunto - si annunciano a pescatori rientrati in Italia". Il leader leghista, perde la pazienza per i brusii in Aula al Senato, e rivolto ai contestatori, ai banchi della maggioranza, invita "chi non è interessato può pure uscire dall’Aula". Una stoccata va poi alla comunicazione sul tema della ’pubblicità’ del viaggio di Conte e Di Maio, in volo per Bengasi: "Non vorrei e spero di essere smentito, ma l’operazione a cui lavora da settimane la nostra intelligence, possa venir rovinata dalla smania di comunicazione, da Rocco Casalino".