Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Liberi i pescatori italiani sequestrati in Libia: Conte e Di Maio a Bengasi

  • a
  • a
  • a

Dopo 106 giorni di prigionia, i 18 pescatori della flotta peschereccia di Mazara detenuti in Libia dal regime della Cirenaica sono finalmente liberi, e stanno facendo ritorno in Italia.

 

 

Che la liberazione fosse nell’aria si era capito stamattina, quando il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, avevano cancellato gli impegni istituzionali (tra cui il vertice con i capodelegazioni sul dpcm natalizio) per volare a Bengasi con un Aereo Falcon 900 dei servizi. Aereo che ora sta tornando a Ciampino. "I nostri pescatori sono liberi. Fra poche ore potranno riabbracciare le proprie famiglie e i propri cari" ha detto Di Maio.