Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso David Rossi, carabiniere in pensione a Le Iene: la vicenda dei festini a luci rosse. Spuntano anche esponenti della Chiesa | Video

  • a
  • a
  • a

Le Iene sono tornate ad occuparsi dei presunti festini a luci rosse di Siena. Hanno ascoltato l'ex comandante di una stazione dei carabinieri della provincia, ora in pensione, dedicando un altro servizio al caso di David Rossi, l'ex responsabile della comunicazione di Banca Mps, morto il 6 marzo 2013 precipitando dalla finestra del suo ufficio. La morte è stata archiviata come suicidio, i familiari e molti altri (a Siena e non solo), sono convinti che non si sia tolto la vita e che comunque le indagini non abbiano portato alla verità e siano state condotte in maniera lacunosa. Le Iene si sono occupate a lungo del caso e in un incontro con l'ex sindaco Pierluigi Piccini saltò fuori l'ipotesi dello svolgimento dei festini, a cui avrebbero partecipato anche esponenti della magistratura e che avrebbero condizionato le indagini. Sulla vicenda ha indagato la Procura di Genova, competente per le ipotesi di reato a carico dei pm toscani, che alla fine ha chiesto l'archiviazione, a cui si sono opposti i legali della famiglia di David Rossi. Nella puntata del 15 dicembre, Le Iene sono tornate sul caso. E' stato evidenziato che alcuni atti sarebbero stati smarriti (poi ritrovati) e che ci sarebbe anche un testimone non sentito dalla procura. E hanno intervistato un ex carabiniere in pensione, allora comandante di una stazione della provincia di Siena, che ha raccontato di come un magistrato senese condizionasse negativamente le sue possibili indagini, ma ha parlato anche degli ipotetici festini che gli erano stati svelati da un pregiudicato, secondo cui partecipavano importanti personaggi cittadini, della Chiesa di Siena e un componente della magistratura. Clicca qui per vedere il servizio de Le Iene.