Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Eleonora Brigliadori: "Meglio morta che il vaccino. E' la tecnologia di Satana, un attacco alla vita umana e a Cristo"

  • a
  • a
  • a

"Piuttosto che il vaccino preferisco morire". E' questa la sintesi delle dichiarazioni dell'attrice e conduttrice televisiva Eleonora Brigliadori, rilasciate all'agenzia Adnkronos per commentare la possibilità che lo Stato decida di rendere obbligatorio il vaccino anti Covid. Brigliadori è drastica: "Chi oggi gioca a fare Dio, è veramente da fermare: ma io non permetterò a nessuno di incrinare la mia anima e bloccare la mia evoluzione e sono pronta a morire se qualcuno avrà l'ardire di obbligarmi ad alcunché". Una posizione più estremista che mai, che tra l'altro annuncia una possibile battaglia sul tema: "Ci saranno molte persone che come me preferiranno la morte, perché morire in Cristo vuol dire risorgere, mentre chi per paura venderà la sua anima a Satana non potrà più ascendere ai mondi spirituali, ma solo dare vita a un mondo degenerato". L'attrice va ancora oltre con dichiarazioni che molti non faticheranno a considerare assurde: "E' il più profondo attacco che si possa fare alla vita umana; quello che non viene detto da nessun tg, da nessun giornale e da nessuna rivista è che la tecnologia satanica che è stata scoperta pochi anni fa è entrata in questo nuovo vaccino, che modifica profondamente la tecnica dei vaccini precedenti e che distruggerà il genoma umano". Arriva persino a dare una lettura spirituale: "Segna l'apertura dei sigilli che sono sacri e che non dovrebbero essere toccati da nessun uomo che non li modifichi attraverso una pura azione spirituale, in piena libertà e con la collaborazione di Cristo, come Cristo comanda e come comanda la legge di Dio".