Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid 19, dagli esperti italiani caos informazione e poca coerenza. Uno studio mette in fila medici e ricercatori. Pregliasco il migliore

  • a
  • a
  • a

Sulla pandemia Covid 19 in Italia troppe informazioni da esperti e addetti ai lavori, spesso in contrasto l'una con l'altra. C'è stato un vero e proprio corto circuito tra medici e ricercatori nei confronti dei cittadini, confermato da una indagine che è stata svolta da Reputation Science. E' Repubblica a spiegare che se ne è occupata la società italiana che analizza dati usando modelli matematici per fornire e implementare strategie di comunicazione. Il gruppo di 80 esperti di Reputation Science ha passato al setaccio le dichiarazioni di virologi, medici ed esperti degli ultimi dieci mesi e concluso che solo sul web gli utenti sono entrati ogni giorno in contatto con oltre 230 contenuti generati dagli esperti di virologia, per un totale di oltre 70.000 contenuti.  Ma questo non ha diminuito il senso di incertezza, anzi, lo ha amplificato. Né ha aiutato politici ed amministratori. Sono state elaborate classifiche sugli specialisti. Per le misure di contenimento severe per la massima prudenza sul Covid, davanti Pregliasco, Ricciardi, Galli, Locatelli e Burioni. Dalla parte opposta Zangrillo e Bassetti. Nell'indice di coerenza al primo posto il virologo Fabrizio Pregliasco, poi Franco Locatelli, Matteo Bassetti e Massimo Galli. Negli ultimi posti Giorgio Palù, Andrea Crisanti e Maria Rita Gismondo.