Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, progressi anche del candidato vaccino italiano. ReiThera ora sperimenta sugli anziani

  • a
  • a
  • a

Progressi importanti anche per il candidato vaccino anti Covid made in Italy. L'azienda ReiThera fa sapere infatti che il suo Grad-Cov2 "è ben tollerato e induce risposta immunitaria nei soggetti sani di età compresa tra i 18 e i 55 anni". La Fase 1 - che valuta il candidato vaccino su 90 volontari sani - avanza ora nei soggetti tra i 65 e gli 85 anni. Lo studio è organizzato e gestito con l’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma e ha ricevuto finanziamenti da ministero della Ricerca e Regione Lazio. La società di Castel Romano (provincia di Roma), fa sapere che la sperimentazione sta procedendo "secondo le tempistiche" e che la somministrazione del vaccino e la valutazione iniziale sul primo gruppo di volontari tra 18 e 55 anni "è stata completata positivamente". Il vaccino è stato ben tollerato ed ha generato sempre anticorpi che si legano alla proteina Spike del virus oltre a linfociti T specifici. Dopo le prove sugli anziani, i risultati dovrebbero consentire la selezione della dose e le sperimentazioni cliniche nelle Fasi 2 e 3. L'obiettivo è pianificare entro la fine dell'anno i piani per gli studi internazionali ampi, come ha spiegato l'amministratore delegato, Antonella Folgori (nella foto) che ha ringraziato i volontari, l’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma con cui lo studio è stato progettato e l’Ospedale Universitario Gb Rossi di Verona.