Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Novantenne mette in fuga coppia di truffatrici

default_image

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Verso le 19 del 14 marzo una perugina di 90 anni residente a Ponte Felcino sente suonare alla porta. Sull'ingresso trova una donna dell'età apparente di 20-25 anni, capelli neri, altezza media e corporatura robusta, che dice di essere un'impiegata dell'ufficio postale. La sconosciuta, con modi garbati, spiega che deve fare alcune verifiche e chiede di poter entrare in casa. La novantenne la accompagna fino in salotto dove la fa accomodare. La sedicente impiegata delle poste spiega alla sua vittima che, nell'ambito di non meglio precisati controlli, l'anziana si deve recare all'ufficio postale il giorno seguente e prelevare una somma di danaro. Mentre la truffatrice inizia a tessere il raggiro, però, la vittima viene distratta da un rumore proveniente dalla cucina. Guardando in quella direzione, la padrona di casa vede un'altra donna che, attraversando la cucina, si dirige in camera da letto. La novantenne capisce subito tutto e inizia a gridare contro le due donne dicendo loro di andarsene. Le due, accampando qualche giustificazione, si sono dileguate. All'arrivo della volante, erano sparite.