Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bologna, nella casa di riposo violenze, insulti, minacce e abuso di farmaci. Arrestate la titolare e tre sue collaboratrici

  • a
  • a
  • a

Nell'ambito della maxi inchiesta dei carabinieri del Nas in tutta Italia sulle case di riposo a causa dell'aumento del Covid 19, il caso più grave a Bologna dove sono state eseguite 4 misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti della titolare e di 3 collaboratrici. Sono stati riscontrati maltrattamenti, esercizio abusivo della professione sanitaria e omissione di soccorso. E' stata smascherata una sistematica e continuata modalità vessatoria, violenta, minacciosa e ingiuriosa con cui gli indagati si rapportavano ai 9 anziani ospiti ultraottantenni della struttura. Gli accertamenti hanno consentito di monitorare il trasferimento abusivo dell’attività assistenziale presso un albergo al fine di eludere dei controlli ispettivi. Alle indagate sono state contestate ulteriori violazioni relative all’attivazione di una struttura socio assistenziale in assenza di autorizzazione, all’abuso nella somministrazione di farmaci, alla carenza di procedure organizzative e gestionali nonché all’assenza di regolari contratti di lavoro delle maestranze impiegate.