Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, De Luca attacca il governo: "Produce il caos, vada a casa. Scelte sbagliate e scriteriate. Eravamo per la chiusura un mese fa" | Video

  • a
  • a
  • a

"Da quando c'è stata la nuova ondata di Covid, il governo centrale in Campania ha inviato solo sette anestesisti". Durissimo attacco del governatore Vincenzo De Luca all'esecutivo, dopo l'annuncio di oggi che la sua regione diventerà zona rossa

"Noi eravamo per chiudere tutto già ad ottobre - spiega De Luca -  per un mese, per avere una operazione di fermo del contagio e che ci avrebbe fatto stare tranquilli a Natale". De Luca come suo solito non ha peli sulla lingua: "Il governo ha fatto un'altra scelta. Ha deciso di fare iniziative progressive, di prendere provvedimenti sminuzzati, la cosiddetta risposta proporzionale, più aumenta il contagio più si prendono provvedimenti. Una scelta totalmente sbagliata, perché il contagio non aumenta in modo lineare, ma esponenziale".

 

E così secondo De Luca sono stati persi due mesi preziosi, nei quali "abbiamo avuto un aumento drammatico dei contagi e dei decessi". Dividere l'Italia per il presidente della Campania è stata "una scelta scriteriata. Fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto nel Paese. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo. Meglio mandare a casa questi personaggi".