Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, giornalista di Repubblica chiuso in una cella di ospedale da due settimane controllato dalle telecamere: ecco come la Cina combatte il virus | Video

  • a
  • a
  • a

Chiuso in una cella ospedaliera perché risultato positivo al tampone, controllato a vista con le telecamere. Ecco come funziona un ospedale Covid in Cina. Lo spiega Filippo Santelli, corrispondente di Repubblica da Pechino, in collegamento con Rai Studio 24. E' stato trovato positivo mentre era in hotel, è arrivata una ambulanza che lo ha condotto nel Covid Hospital.

Da due settimane è chiuso in una stanza di tre metri per cinque, nonostante sia asintomatico. Attraverso la sua telecamera mostra anche come è fatta la camera: due letti, una finta finestra e la porta di accesso chiusa dall'esterno. Santelli ammette: "Il livello di assistenza è molto alto".