Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finti poveri incassavano il reddito di cittadinanza, ma erano accaniti giocatori d'azzardo: venti indagati

  • a
  • a
  • a

Fingevano di essere poveri e incassavano il reddito di cittadinanza, ma erano degli accaniti giocatori d'azzardo e arrivavano a puntare anche centinaia di migliaia di euro. Ad Imperia sono indagati in venti in una inchiesta coordinata dalla procura. La Guardia di Finanza ipotizza che venivano utilizzate fonti di reddito nascoste al fisco, considerato che nei moduli per ottenere il reddito di cittadinanza gli indagati avevano dichiarato di non guadagnare niente. Gli agenti li hanno individuati con una serie di controlli incrociati sulle banche dati. Tutti e venti erano titolari di conti gioco online che alimentavano con ricariche e bonifici. Il gip ha emesso un decreto di sequestro preventivo delle somme indebitamente percepite: 160mila euro complessivi.