Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, verso il nuovo Dpcm: movida, sport, scuole superiori, smart working, palestre e piscine. Ecco su cosa tratta il governo

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

Grande attesa tra gli italiani per il nuovo Dpcm che il premier Giuseppe Conte dovrebbe ufficializzare nelle prossime ore. Come sempre accade in queste occasioni, si rincorrono le indiscrezioni, anche se su diversi aspetti il governo è ancora diviso. Vediamo quelli che potrebbero essere i provvedimenti o comunque i dubbi dell'esecutivo.

Movida Scontato che sarà decisa una chiusura anticipata per bar, ristoranti, locali, cinema e teatri. Non è ancora chiaro se alla fine il governo sceglierà le 22 oppure le 23. Ma nell'esecutivo c'è anche chi spinge per una stretta maggiore: vietare nelle ore serali gli spostamenti dei cittadini che non hanno carattere d'urgenza oppure di lavoro. 

Sport Sulle attività sportive il governo sembra aver trovato la quadra: stop per tutte le attività dilettantistiche. Niente calcetto e chiusura di palestre, piscine e altri impianti. Probabile anche la sospensione dell'attività dei settori giovanili.

Smart working La soglia dovrebbe essere alzata fino al 75 per cento. L'obiettivo non è solo quello di spingere la popolazione a restare in casa, ma anche di alleggerire il trasporto pubblico locale. 

Scuole E' il settore considerato più complesso dal governo che vorrebbe evitare la chiusura e la conseguente didattica a distanza. L'ultima ipotesi è quella di posticipare alle 11 l'ingresso di studenti e insegnanti delle scuole superiori. 

Centri estetici e parrucchieri Molto probabile che la ventilata chiusura venga scongiurata.