Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mucche senza chip abbattute: multato e processato

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Alcune delle sue mucche erano risultate prive del chip “integrato”, così come richiesto dalla rigide leggi sulla tracciabilità della carne bovina, soprattutto dopo i difficili tempi legati alla terribile malattia della “mucca pazza”. Ma per l'allevatore perugino, tra l'altro proprietario di un elevato numero di bestie, la dimenticanza lo ha fatto finire letteralmente nei guai. Perché a seguito di un normale controllo periodico da parte della polizia veterinaria dell'Asl (uno dei tanti durante l'anno) si è visto successivamente “abbattere” la bellezza di nove mucche, con un danno a dir poco consistente. Senza dimenticare la pesantissima sanzione amministrativa. E come se non bastasse, per l'allevatore è scattato anche un procedimento giudiziario con l'accusa di falso in certificazione. Proprio in questi giorni la singolare vicenda è tornata in aula. L'indagato è il titolare di un noto allevamento situato nella provincia di Perugia.