Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fidanzati uccisi a Lecce, coinquilino rivela a Quarto Grado: "Il killer forse aveva capito di essere gay" | Video

  • a
  • a
  • a

Fidanzati uccisi a Lecce. Nella puntata di Quarto Grado su Rete 4 di ieri, venerdì 2 ottobre, si è scavato sulla personalità del killer. In uno dei servizi andati in onda, un coinquilino di Antonio De Marco (ha confessato il delitto,) fa delle rivelazioni: "Antonio era un ragazzo timido, molto introverso”, dice ai microfoni. Il killer di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, uccisi il 21 settembre scorso a colpi di pugnale, viene descritto come una persona solitaria, che stava sulle sue.

 

“Ho cercato di coinvolgerlo in qualche modo”, afferma uno dei ragazzi che ha vissuto con lui. A suo dire, il problema dell'infermiere era il fatto che reprimesse la sua vera natura sessuale. “Stava capendo che era gay secondo me”, dice il giovane intervistato, e raccontava di non avere mai avuto una ragazza. “Si riteneva uno sfigato ma non lo era”, spiega ancora.

 

GUARDA il video (clicca qui)