Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Johnny lo zingaro, caccia all'evaso: l'ultima volta venne catturato in provincia di Siena in fuga d'amore

  • a
  • a
  • a

L'ultima volta lo hanno ripreso a Taverne d'Arbia in provincia di Siena. E adesso che è evaso di nuovo, la ricerca è ripartita. Ovunque. Parliamo di Johnny lo Zingaro che negli anni Settanta terrorizzò Roma, che è evaso nella giornata di ieri, domenica 6 settembre 2020.

Johnny lo Zingaro, all'anagrafe Giuseppe Mastini, doveva far rientro in carcere a Sassari dopo un permesso ma non si è presentato. L'ultima fuga con arresto risale a tre anni fa, estate 2017, quando l'ergastolano (in semilibertà) dopo aver lasciato il carcere di Fossano non si presentò al lavoro a Cairo Montenotte, nel Savonese: una fuga che durò un mese, dal 30 giugno al 25 luglio quando fu ripreso in Toscana. Quella fu una fuga d'amore, dopo 30 anni in cui era rimasto in carcere senza provare a scappare, Mastini aveva incontrato durante un permesso alcuni vecchi amici a cui aveva chiesto di una sua vecchia fiamma, Giovanna Truzzi, che si trovava in Toscana, agli arresti domiciliari a casa. Così ‘lo Zingaro’ organizzò la fuga di entrambi, dopo averla sentita telefonicamente.

 

Con lo stratagemma di due agenti che si spacciarono per venditori di materassi, gli agenti hanno riarrestato Johnny lo Zingaro a Taverne d'Arbia, Siena. Erano a casa della sorella di lei. Ma adesso, dove è finito "lo zingaro"? Gli inquirenti sono al lavoro anche se l'ennesima evasione fa davvero rumore.