Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola, sindaco vieta i gruppi delle mamme su WhatsApp: "Serve a preservare la salute mentale"

  • a
  • a
  • a

Stop a Whatsapp: Gianluigi Littarru, sindaco di Desulo - paese di circa duemila abitanti in provincia di Nuoro -  ha vietato l’uso dei “gruppi mamme” per il nuovo anno scolastico perché fomentatore di “pettegolezzi, fake news, allarmismi, preoccupazioni eccessive”, soprattutto ora in epoche di incertezze causa Covid.

 


Una provocazione, perché nessuno può vietare la libera espressione, ma certo una presa di posizione che fa riflettere. "Al fine di preservare la salute mentale degli studenti, del personale docente, dei genitori di sesso maschile, costretti a sopportare le peggiori schizofrenie, e comunque della cittadinanza tutta, ordina a mamme, zie e nonne il divieto di utilizzo degli stessi gruppi, nonché il divieto assoluto di creare nuovi cosiddetti "gruppi mamme" o analoghi. La violazione della presente ordinanza sarà punita con il sequestro dello smartphone e con la sospensione dell'account WhatsApp fino al termine dell'anno scolastico". La finta e scherzosa ordinanza risulterebbe essere addirittura inappellabile: "Avverso il presente provvedimento non è ammesso il ricorso al TAR perché contrariamente a quanto pensino le mamme, il sindaco ha sempre ragione".