Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anti-meningite, corsa alla vaccinazione: vendite quasi triplicate

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Lo aveva annunciato la paura, lo confermano i dati: ormai quella delle vaccinazioni contro la meningite è diventata una corsa. L'Umbria non si sottrae alla tendenza e rispetto al dato nazionale e nel 2016 vede più che raddoppiare le erogazioni di vaccino. In cifre, le fiale/dosi in Umbria sono passate da 11.210 del 2015 a 23.535 del 2016 con un aumento di oltre il 110% (gennaio-ottobre) rispetto a una media nazionale del 77% nello stesso periodo . A fotografare lo scenario italiano è QuintilesIMS Italia, società leader globale nell'offerta integrata di informazioni e tecnologia per il mondo della salute. Le vaccinazioni cui fanno riferimento le statistiche sono erogate attraverso le Asl e la distribuzione ospedaliera, ma anche attraverso il canale delle farmacie. Queste ultime hanno registrato una crescita record delle richieste di acquisto, nonostante i costi: tanto per fare un esempio, per un vaccino tetravalente servono 150 euro. Per quanto riguarda l'Umbria, nell'anno appena trascorso sono state erogate nelle Asl e negli ospedali 23.334 fiali/dosi (11.122 nel 2015) e in farmacia 251 (appena 88 nel 2015). Si evidenza così che la vendita al dettaglio è aumentata del 185%; mentre l'erogazione ospedaliera del 109,8%. L'andamento delle vendite-erogazioni segue l'andamento nazionale: si è registrato il picco fra febbraio e marzo 2016 in concomitanza con la prima ondata di casi di meningite in Centro Italia. A novembre un ulteriore incremento record. Servizio completo di Sabrina Busiri Vici sul Corriere del 14 gennaio