Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giallo di Caronia, la procura ha pochi dubbi: "E' omicidio-suicidio". Ma la famiglia non ci crede

  • a
  • a
  • a

Novità importanti nel giallo di Caronia. La Procura di Patti ormai ha pochi dubbi: Viviana ha ucciso il figlio Gioele per poi suicidarsi. Sempre secondo la Procura aveva già tentato di togliersi la vita, non riuscendoci, il 28 giugno scorso, ingerendo 8 pillole di un farmaco antidepressivo. Per gli inquirenti, Viviana si stava recando il più lontano possibile per compiere l’omicidio-suicidio. Forse buttandosi da un viadotto, insieme al bambino. Si spiegherebbe così anche perché ha lasciato il telefono in casa: per non essere localizzata. Il suo stato psichico avvalora la tesi. Dall'altra parte la famiglia continua a non credere a questa ipotesi. Secondo i familiari infatti Viviana voleva bene a Gioele e non avrebbe mai fatto del male al bambino. Il venerdì prima della tragedia la famiglia Mondello ha vissuto l’ultima serata in allegria, sulla spiaggia di Patti. Gioele e la madre erano felicissimi, dice il marito. Viviana, poi, era contenta perché aveva ripreso a lavorare.  Il marito della donna, Daniele Mondello, pur ammettendo che la moglie fosse in una fase di debolezza, non aveva comunque mostrato segni di squilibrio.