Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Permessi di lavoro attraverso documenti falsi

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

L'accusa è pesante: falso ideologico e truffa. Perché, con artifici e raggiri avrebbero ottenuto falsi nulla osta di ingresso in Italia per ottenere la residenza e soprattutto avrebbero usufruito di permessi di lavoro subordinato presentando carte fasulle”. Per questo 8 persone, straniere e di un'età compresa tra i 20 e i 30 anni, sono finite a processo. Visto che nel corso degli anni “hanno indotto in errore i funzionari dell'ufficio immigrazione”. A finire nei guai anche una 52enne perugina, che avrebbe fatto da “intermediario”.