Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dj morta, il testimone si presenta e racconta: "Gioele era vivo in braccio alla mamma"

  • a
  • a
  • a

Il testimone si fa vivo. Dopo gli appelli, esce allo scoperto e cerca di dare elementi per arrivare a chiarire il mistero di Caronia (Messina). "Gioele era vivo, in braccio alla madre, in posizione verticale, non era ferito e non era coperto di sangue". Lo ha detto il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, nel consueto punto stampa in procura, parlando con le tv. La testimonianza, ha spiegato il pm, arriva dai "testimoni che erano in vacanza in Sicilia e poi sono rientrati al Nord" e che hanno assistito all’incidente di Viviana Parisi lo scorso 3 agosto. All’inizio, ha spiegato il procuratore, "avevano dei dubbi se fossero proprio loro, ma quando è stata diffusa la loro descrizione hanno capito che era quello l’incidente e si sono presentati.

 

 

La priorità adesso è trovare il piccolo Gioele e per questo possiamo avvalerci di quattro cani della polizia di Stato specializzati nelle ricerche di persone scomparse. Non ci fermiamo".