Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'omicidio di via Oberdan, la procura chiude le indagini: "Commesso con crudeltà e per futili motivi"

AleBor
  • a
  • a
  • a

Botte e urti violenti al capo, sbattuto contro i gradini della scala di accesso. Nel maggio 2016 Danielle Chatelain morì così a 72 anni nella sua casa in via Oberdan, nel centro storico del capoluogo umbro. La procura di Perugia ha notificato la conclusione dell'indagine per omicidio a carico di Renata Kette, che viveva con l'anziana: era stata arrestata poco dopo il sopralluogo degli inquirenti. Era stata lei stessa a dare l'allarme. Le si contestano tre aggravanti: crudeltà, futili motivi (Danielle non l'avrebbe ospitata nella nuova abitazione dove stava per trasferirsi) e minorata difesa. La richiesta del processo per l'indagata, difesa dall'avvocato Saschia Soli, non pare lontana.