Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dj morta, l'ultima pista: aggredita dai cani. Le scarpe erano pulite: ha fatto poca strada

Si cerca il figlio Gioele a Caronia nel Messinese

  • a
  • a
  • a

Il mistero si fa sempre più fitto.  Si fa strada una nuova ipotesi sulla morte di Viviana Parisi e la scomparsa del figlio Gioele di 4 anni a Caronia nel Messinese. Si indaga su una possibile aggressione del bambino e della donna da parte di uno o due molossoidi, forse Rottweiler, che sarebbero stati visti nella zona.

 

La notizia trapela da ambienti giudiziari. Dall'autopsia è emerso che sulla gamba della donna c'erano dei morsi di animale, ma per sapere di che tipo di animale si tratta bisogna attendere il risultato delle analisi dei medici legali. Forse la donna è salita sul traliccio per chiedere aiuto per il piccolo Gioele, o per scappare dai cani.

 

Gli inquirenti hanno sentito il proprietario dei cani, ma nulla trapela. Dalle scarpe indossate da Viviana emerge poi che erano  «solo un pò graffiate» ma «ancora abbastanza pulite». Gli investigatori, come apprende l'Adnkronos, ritengono che Viviana Parisi non abbia fatto molta strada nei boschi, dopo essere scesa dalla sua auto, in seguito all'incidente avvenuto sulla A20 Messina-Palermo, in una galleria. .

 

 

Come avrebbe potuto scavare una fossa per seppellire il bambino senza sporcarsi o graffiarsi le scarpe? Se anche la pista dell'omicidio-suicidio fosse tra quelle seguite dalla Procura di Patti, gli investigatori si chiedono come mai avesse le scarpe pulite. Una era al piede e l'altra a poca distanza.