Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavoratori delle cooperative sociali e M5S: alta tensione

Antonio Mosca
  • a
  • a
  • a

Rissa sfiorata a palazzo Spada durante una conferenza stampa convocata dai Cinque Stelle. Nella mattinata di martedì 13 dicembre una ventina di lavoratori delle cooperative sociali ternane hanno fatto irruzione negli uffici del gruppo consiliare di opposizione e sono subito volate parole grosse tra il presidente della cooperativa Actl Sandro Corsi, il presidente della cooperativa Ultraservizi Tonino Sabatini, il consigliere regionale Liberati, il senatore Lucidi e gli altri esponenti pentastellati presenti. I lavoratori delle cooperative hanno urlato la loro rabbia per i posti di lavoro in pericolo: “Non siamo ladri e non chiamateci schiavi al servizio del sistema”. Il riferimento è all'inchiesta sugli appalti in corso e in cui gli stessi Corsi e Sabatini risultano indagati.