Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E45 e Apecchiese, giornata di incidenti in Altotevere: code e feriti

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Giornata caratterizzata da incidenti in tutto l'Altotevere umbro e nella Valtiberina toscana. Il più grave è avvenuto lungo la E45, al chilometro 149 nel comune di Pieve Santo Stefano, dove una Mini Cooper ha centrato dapprima un guard rail e poi il muretto centrale per poi essere investito da un autoarticolato in transito in carreggiata nord che non ha potuto in alcun modo evitarlo. Il sinistro è avvenuto alle 12.40 di venerdì 18 novembre. Un ventisettenne, è stato trasportato con il codice di massima urgenza all'ospedale Le Scotte di Siena a causa di trauma cranico commotivo. Una ragazza di 23 anni sarda, invece,è stato soccorsa e trasferita all'ospedale di Sansepolcro per essere curata, ma non desta preoccupazioni. Illeso è rimasto il conducente dell'autoarticolato Renault di una ditta di trasporto di Foggia che vedeva alla guida un macedone da 30 anni in Italia. I rilievi di legge sono stati svolti da una pattuglia della polstrada tifernate e i soccorsi del 118 aretino. Alle 12.45, invece, lungo l'Apecchiese una vettura Renault Modus, con due ragazzi di Arezzo a bordo, nel mentre scendeva verso Città di Castello è sbadata e ha finito la sua corsa in un piccolo burrone a lato della strada. Fortunatamente per i due ferite lievi, se la caveranno con pochi giorni di prognosi. Sul posto, oltre a un equipaggio del 118 della sede ospedaliera che dista poche centinaia di metri, anche i vigili del fuoco del distaccamento tifernate e gli agenti della polizia di stato per i soccorsi. Intervento necessario in quanto l'auto si è ribaltata e poteva creare pericolo in quanto era alimentata a gpl. E' stata rimessa in asse e poi riportata in strada e rimossa dal carro attrezzi Faloci.