Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monaco dell'eremo di Monte Cucco si ribalta: ad aiutarlo i carabinieri di Scheggia

alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

Come tante altre volte, nel pomeriggio dell'8 novembre Padre Romualdo, uno dei monaci dell'eremo di monte Cucco, nel territorio di Scheggia e Pascelupo si era recato a fare la spesa settimanale. Il monaco, unico confratello munito di patente di guida, era a bordo della piccola utilitaria 4x4 della congregazione. Al ritorno, per colpa della strada impervia che porta all'eremo, ha perso il controllo del mezzo che si è ribaltato sul fianco. A soccorrerlo sono stati i carabinieri di Scheggia, con i quali gli eremiti hanno un contatto diretto e quotidiano poiché in molte occasioni, in particolare durante le copiose nevicate che si verificano sull'eremo, costruito sulle rocce a 800 metri di altitudine, sono i primi a cui timidamente chiedono aiuto per rifornirsi di cibo a causa dell'impraticabilità della strada. Lunedì, dunque, siccome l'utilitaria era molto danneggiata e non poteva essere rimessa in moto, dopo aver fatto medicare il monaco i militari di Scheggia lo hanno riportato all'eremo con le provviste acquistate.