Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spacciatore suona al campanello del cliente, ma rispondono i carabinieri

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

I carabinieri di Foligno stavano procedendo ad una perquisizione domiciliare per la ricerca di sostanze stupefacenti (poi risultata positiva con il recupero di 2 grammi di cocaina e la segnalazione alla competente Prefettura del proprietario dell'abitazione) quando nel corso delle operazioni un pregiudicato di origini albanese, ventottenne e nullafacente, ha suonato al campanello con il chiaro intento di vendere sostanza stupefacente. Il soggetto, immediatamente riconosciuto dai militari dell'aliquota operativa poiché già noto agli uffici, ha cercato subito di allontanarsi. Subito controllato, nascondeva all'interno dei propri pantaloni circa venti grammi di cocaina già suddivisa in dosi. La prosecuzione dell'attività d'indagine ha permesso di rinvenire a casa dello spacciatore ulteriori dieci grammi di cocaina frazionata in dosi, tre grammi di marijuana e settecento euro in contanti quale provento dell'attività delittuosa. Immediatamente portato in caserma, il soggetto è stato tratto in arresto dai militari e associato al carcere di Spoleto. La sostanza stupefacente, destinata alla piazza folignate, avrebbe potuto fruttare circa tremila euro.