Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Soccorso alpino salva due persone

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Lavoro per il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (Sasu) e per l'Elisoccorso del 118 in questo primo fine settimana di Ottobre. Al centro delle attività di soccorso, la zona della Valnerina e quella di Castelluccio di Norcia dove è stato richiesto l'intervento del personale del Soccorso Alpino e Speleologico di Umbria e Marche per permettere il recupero di due persone. A Castelluccio di Norcia, alle 13.45 è arrivata l'allerta per un parapendio caduto nella zona di Poggio della Croce. Sul luogo è intervenuto subito l'elisoccorso del 118 Icaro 02 con a bordo un medico rianimatore e un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico. Con l'aiuto del verricello dell'eliambulanza il personale di soccorso è sceso per mettere in sicurezza e valutare le condizioni di salute dell'uomo. Eseguite le prime cure del caso il paziente è stato recuperato mediante l'utilizzo del verricello dell'elisoccorso e trasportato all'ospedale di Perugia. Sul posto erano presenti anche il personale dei Vigili del Fuoco. Nella tarda mattinata di sabato, secondo intervento, questa volta nella zona di Ancaiano in Valnerina. A necessitare dell'intervento del 118 una pellegrina belga che stava percorrendo il sentiero francescano nel tratto che unisce Spoleto a Ferentillo. Una brutta caduta, infatti, le aveva provocato la frattura ad una caviglia. Sul posto il personale del SASU che ha affrontato la salita di circa 3 chilometri per arrivare alla donna infortunata. Inevitabile, anche in questo caso l'intervento dell'elicottero del 118 con a bordo un medico rianimatore e un tecnico di elisoccorso del SASU. Recuperata la donna, è stata affidata alle cure del personale del 118 che ha provveduto al trasporto in ospedale dove la pellegrina, in viaggio da Assisi a Roma, è stata sottoposta alle cure necessarie. Sul posto oltre al personale del 118 erano presenti anche i Vigili del Fuoco.