Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strappa catenina ad anziana, bloccato da agente fuori servizio

Alessandra Borghi
  • a
  • a
  • a

L'ennesima rapina a Perugia si è conclusa con un nulla di fatto per il malintenzionato. L'episodio è avvenuto lunedì 12 settembre e giovedì 15 è prevista la convalida dell'arresto del rumeno fermato subito dopo il fatto. La cornice, stavolta, è la zona Settevalli, nell'area dove, risalendo si incontra anche la caserma della finanza. Lo straniero, in base alle prime, sommarie informazioni, ha preso di mira un'anziana che camminava per strada. La signora aveva al collo una collanina d'oro e proprio quella il romeno aveva puntato. Così, appena ha potuto si è slanciato, ha strappato il monile e si è dato alla fuga. Ma il destino ha voluto che sul suo percorso si parasse l'imprevisto. Un agente della penitenziaria libero dal servizio aveva visto tutta la scena e non ci ha pensato un attimo a intervenire. Così è riuscito a raggiungere il fuggiasco e a immobilizzarlo. Poco dopo sono arrivati anche i carabinieri. La convalida, come detto, è prevista in carcere (lo straniero è assistito dall'avvocato Giacomo Manduca). In questo caso il presunto responsabile ha un volto e un nome, ma ciò non toglie che l'allarme verso i reati predatori, e segnatamente verso le rapine in strada, stia crescendo. E non riguarda certo solo l'area allargata di Fontivegge. Risale solo alla scorsa settimana il grave episodio in cui un quarantenne è stato anche picchiato perché non voleva cedere la borsa ai malviventi. Appena parcheggiata l'auto in via Pellas si è trovato alle prese con ben due uomini, pare entrambi stranieri, verso le una di notte. Fatti che spingono i quartieri a interrogarsi e a ricercare anche momenti di incontro e dialogo con le forze dell'ordine.