Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, piana di Castelluccio abbassata di 18 centimetri

Chiara Fabrizi
  • a
  • a
  • a

La parte occidentale della piana di Castelluccio si è abbassata di 18 centimetri: lo ha stabilito l'Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia). Un dato che la dice lunga su quanto accaduto con il terremoto. Intanto si cercano abitazioni per gli sfollati mentre scatta il primo summit coi tecnici per i sopralluoghi richiesti dai privati che soltanto tra Norcia, Cascia, Preci e Monteleone di Spoleto sono oltre 2mila. Il dato approssimativo e non definitivo sale a quasi 3mila se si considerano le domande arrivate dalle altre zone della Valnerina, ma anche da Spoletino e Folignate. Intanto è atteso nella città di San Benedetto il commissario straordinario alla ricostruzione nominato dal governo, Vasco Errani. Ma andiamo con ordine. Giovedì 1 settembre il municipio di Norcia ha pubblicato un avviso rivolto a tutti i proprietari di case inutilizzate e agibili (anche oltre il territorio comunale) allo scopo di individuare alloggi da destinare alle famiglie che a seguito del terremoto sono rimaste senza abitazione. Il provvedimento adottato dall'ente segue le indicazioni contenute nell'ordinanza del Consiglio del ministri del 26 agosto che prevede i contributi per l'autonoma sistemazione, ossia 600 euro a nucleo familiare (300 se composto da una sola persona) che possono essere aumentati di ulteriori 200 euro in presenza di un anziano non autosufficiente o di un disabile. Le abitazioni rese disponibili dai proprietari verranno naturalmente valutate dai tecnici del municipio che prenderanno in considerazione soltanto le offerte di case in condizioni di immediata idoneità all'uso. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di venerdì 2 settembre (CLICCA QUI)