Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Motociclette nel mirino, tre furti in appena due giorni

Ale. Bor.
  • a
  • a
  • a

Non solo le biciclette. La passione ladresca per le due ruote si allarga. Nelle ultime ore nel mirino sembrano finire le motociclette: sportive e di grossa cilindrata. Che spariscono in modo sospetto: non mentre sono parcheggiate sulla pubblica via, ma dopo che i proprietari le hanno messe al sicuro in garage o altri luoghi chiusi. Nel giro di due giorni ne hanno rubate tre in diversi luoghi e circostanze e su entrambi i colpi sta svolgendo approfondimenti la polizia. Martedì 30 agosto gli agenti della volante sono intervenuti dopo la chiamata del proprietario di due moto da cross. Al mattino non le ha più trovate nel capannone in zona Sant'Andrea delle Fratte dove erano custodite. Qualcuno nella notte era riuscito a penetrare all'interno e a portarle via. Lunedì alle 17 un altro sopralluogo della volante è avvenuto nella zona di via XX Settembre per una moto di grossa cilindrata sparita da un garage. Furti anomali, lo ribadiamo. Forse qualcuno sapeva dove erano tenuti i mezzi? Non si spiega, altrimenti, come mai i ladri (verosimilmente più di uno) siano andati così a colpo sicuro. Persiste, intanto, anche il fenomeno dei topi d'auto. Quasi sempre, soggetti con problemi di tossicodipendenza. Gli ultimi casi hanno visto coinvolti magrebini che vivono ai margini (non sempre praticabile la via dell'espulsione).