Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Insulta e picchia la ex, poi le ruba pure il cane

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Si è recata in questura a Perugia, disperata, per porre fine alla persecuzione subita dal suo ex che, dal termine della relazione sentimentale, aveva cominciato a renderle la vita impossibile. Da quando lei gli ha comunicato la sua intenzione di porre fine al rapporto sono iniziati due mesi di inferno in cui si sono alternate suppliche a ricomporre la vita comune a insulti, schiaffi e altre violenze fisiche. La donna, per eludere i suoi comportamenti si era chiusa in casa evitando in tutti i modi di incontrarlo. Ma una sera, dopo la mezzanotte, è scesa sotto casa per far passeggiare il proprio cane, un pechinese; si è vista raggiungere da lui che, conoscendo le sue abitudini, la attendeva. L'ha pesantemente insultata; poi le ha detto ammazzo te ed il tuo cane, le ha strappato il guinzaglio dalle mani e ha portato via l'amico a quattro zampe. Da qui la decisione di rivolgersi alla polizia. I poliziotti, dopo la redazione della denuncia, hanno avviato immediatamente gli accertamenti dovuti che hanno consentito subito la restituzione del cane. Poi gli agenti hanno indagato l'uomo per atti persecutori, furto del cane e minacce. Contestualmente si è proceduto con il ritiro cautelare dei tre fucili da caccia che l'uomo custodiva nella propria abitazione legittimamente per la propria passione per l'arte venatoria.