Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Minacce di morte alla moglie, catturato latitante

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri di Preci hanno arrestato un pericoloso latitante, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale della Repubblica di Spoleto, a seguito di una condanna a 2 anni e 9 giorni di reclusione per il reato di lesioni aggravate ai danni della moglie. Gravato da diversi precedenti tra cui un tentato omicidio e numerosi reati contro la persona, l'uomo di 39 anni era attivamente ricercato in tutta Italia da circa un anno in considerazione della sua pericolosità sociale aggravata ancor di più dal fatto che aveva minacciato di morte, in diverse occasioni, la moglie e madre dei suoi due figli. La svolta nelle ricerche mai interrotte è avvenuta lo scorso 27 luglio, quando i militari operanti sono riusciti a scoprire che lo stesso aveva attivato una scheda telefonica nella periferia sud di Roma, la quale però era utilizzata in pochissime occasioni. Per questo motivo le investigazioni sono state condotte con i più classici metodi di pedinamento e osservazione. L'attività ha consentito quindi di scoprire che nel quartiere Tor Vergata di Roma, risiedevano diversi familiari del ricercato. Sono stati eseguiti quindi numerosi servizi di appostamento per seguire proprio i movimenti di quest'ultimi, in collaborazione con la locale compagnia di Frascati competente per territorio, che hanno consentito di identificare l'abitazione a loro in uso e di catturare il latitante. Assicurato alla giustizia, l'uomo è stato condotto nel carcere di Rebibbia dove dovrà scontare la pena.