Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Occhio al test su facebook: scatta servizio a pagamento

Ale. Bor.
  • a
  • a
  • a

Niente pace per gli internauti appassionati di social. L'ultimo “caso” riguarda un quiz che circola su facebook (“dimmi come ti chiami e ti dirò chi sei”). All'apparenza, un passatempo che si può provare per curiosità, per vedere se per caso le risposte siano davvero in linea con la propria personalità. Invece, è la stessa polizia postale ad avvertire di aver ricevuto numerose segnalazioni da utenti che hanno scoperto il volto non innocuo del gioco. “Non appena si clicca - spiega la Polpost - l'utente riceve un sms che avverte dell'attivazione di un servizio telefonico dal costo di sette euro a settimana. Abbiamo più volte detto che questi test nascondono delle vere e proprio truffe. Rinnoviamo l'invito a non partecipare. In caso di partecipazione contattare il proprio gestore e chiedere la disattivazione dei servizi non richiesti”. Attraverso la voce “applicazioni” del proprio profilo su facebook è anche possibile rimuovere l'autorizzazione all'accesso ai propri dati e stabilire il blocco delle applicazioni non richieste. L'allarme è rivolto a tutti, ma soprattutto agli adulti poco esperti di tecnologie (i giovanissimi di solito si destreggiano meglio anche se internet presenta per loro altri profili di rischio).