Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banditi della moto, preso anche il complice

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Contrasto ai reati contro il patrimonio da parte dei carabinieri di Foligno che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Spoleto. L'azione corale posta in essere dai militari dell'aliquota operativa e della stazione di Bevagna, seguendo le direttive del comando provinciale di Perugia, ha permesso infatti di chiudere il cerchio delle indagini che già due settimane fa avevano portato all'arresto di un pericoloso pluripregiudicato trentaseienne per una rapina compiuta a Bevagna ai danni di un anziano. Ora, riferiscono i carabinieri, in arresto è finito anche il complice: un diciannovenne italiano, nullafacente, pregiudicato per reati contro il patrimonio. L'anziano settantaseienne aveva denunciato ai carabinieri di Bevagna di esser stato aggredito da due giovani con volto travisato a bordo di una motocicletta. Il più giovane dei due, dopo essersi avvicinato all'anziano con la scusa di chiedere l'ora, lo aveva spintonato facendolo cadere a terra e gli aveva sottratto il portafogli contenente circa centoventi euro. Non soddisfatto del risultato e incitato dal complice, approfittando dell'anziano ancora a terra, aveva anche strappato dal collo la collanina in oro, dandosi poi alla fuga a bordo della moto. Le indagini condotte dai due reparti hanno permesso prima di individuare il conducente e poi il passeggero del motociclo, scoprendo inoltre che il mezzo era stato oggetto di un furto avvenuto pochi giorni prima a Foligno. Il Tribunale di Spoleto, accogliendo le ulteriori risultanze investigative dei carabinieri e considerando il concreto pericolo che il malfattore, se lasciato in libertà, avrebbe potuto commettere ulteriori reati, ha applicato nei confronti di quest'ultimo la misura della custodia cautelare in carcere. Così dopo le formalità di rito è stato portato in carcere a Spoleto.