Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Shopping durante l'orario di lavoro, chiesto rinvio a giudizio

Il Comune di Passignano

Sara Minciaroni
  • a
  • a
  • a

La procura ha formalizzato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti della dipendente del Comune di Passignano indagata per presunte violazioni inerenti le timbrature del cartellino e le uscite dal proprio posto di lavoro in un periodo in cui sono state svolte specifiche indagini di polizia giudiziaria. A renderlo noto nella seduta di giovedì 28 luglio del consiglio comunale è stato lo stesso sindaco Ermanno Rossi che ha riferito in aula dopo che il 26 luglio è stato ufficialmente notificato il provvedimento all'ente da parte della procura. Rossi ha anche spiegato di aver già trasmesso gli atti al segretario comunale che in base al regolamento interno è responsabile dei rapporti con il personale e di eventuali provvedimenti disciplinari da intraprendere qualora si configuri l'effettivo rinvio a giudizio in esito a decisione di un giudice.  Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di venerdì 28 luglio (CLICCA QUI)