Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Condannato dal tribunale dei minori, lavorava in nero in un autolavaggio

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Nella mattinata di ieri 14 luglio gli uomini del corpo forestale di Perugia, durante un controllo presso una attività di autolavaggio gestita da un cittadino egiziano nella prima periferia della città, hanno individuato un minore extracomunitario che al momento del controllo era nelle pertinenze dell'autolavaggio. Privo di documenti e reticente nel declinare le proprie generalità, il minore veniva accompagnato in questura. Dai rilievi effettuati e dagli accertamenti esperiti emergeva che lo stesso, di nazionalità egiziana, era destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale dei Minori di Roma. I ragazzo è stato così accompagnato presso l'Istituto Penitenziario minorile di Casal di Marmo di Roma. Sono in corso accertamenti volti a definire preliminarmente gli aspetti connessi alla presenza del minore nell'attività di autolavaggio gestita da un trentenne di origini egiziani, alla responsabilità di questo relativamente a lavoro irregolare e minorile, alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, oltre che agli aspetti strettamente connessi al regime autorizzatorio dell'attività di autolavaggio e alla corretta gestione della stessa.