Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il mistero dei fori sulla testa: proiettile o una freccia?

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Mistero fitto sull'omicidio di Katia Dell'Omarino, la donna di 41 anni trovata morta sul greto dell'Afra a Sansepolcro la mattina di martedì 12 luglio (guarda le immagini). Oggi, giovedì 14, il medico legale effettua una prima minuziosa verifica esterna del cadavere mentre l'autopsia sarà eseguita sabato. I due fori alla testa, in fronte e dietro a un orecchio, non è chiaro con cosa siano stati prodotti. Un oggetto appuntito, sferrato con grande potenza. Ma non è del tutto esclusa l'ipotesi proiettile, ma le lesioni lasciano addirittura pensare ad una freccia. L'orario del delitto si colloca tra le 24 (controllo dei carabinieri alla donna a Lama) e le 3.30 (telefonata del fratello a Katia, senza ottenere risposta). Fondamentale sarà l'analisi dei tabulati per capire il traffico in entrata e uscita. L'assassino (uno o più?) ha portato via il cellulare. Borsello ed effetti erano nella Citroen C1 trovata a distanza dal luogo del ritrovamento del corpo e dove probabilmente si è consumato l'efferato delitto. Incontro occasionale o conoscente? Omicidio a sfondo erotico passionale, crimine maturato nell'ambito della marginalità e del micro crimine o un maniaco?