Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In preghiera alla basilica, con la droga nascosta fuori dal santuario

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Prima di entrare a pregare nella basilica di Assisi, aveva nascosto dietro un vaso del piazzale Inferiore una borsa con 14 bustine contenenti della polvere bianca e altre 5 vuote che in seguito, dalle analisi, è risultato come contenessero la stessa sostanza stupefacente. Protagonista di questo episodio un turista ungherese di 36 anni che, visti i militari all'ingresso del santuario, ha pensato bene di nascondere la borsa con la droga fuori dalla basilica prima di entrarvi. Il borsone però è stato notato dai militari dell'esercito, che hanno allertato la polizia che, dalla foto del passaporto contenuto nella borsa, ha identificato a bloccato l'uomo. La giustificazione del turista è che la sostanza, acquistata nel suo Paese, gli servisse per alleviare i dolori provocati da una malattia da cui è afflitto.