Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Mago" palpeggia la valletta minorenne

Maurizio Muccini
  • a
  • a
  • a

Tutti conoscevano il “mago”. Capace di allietare le serate con i suoi giochi di prestigio, soprattutto con le carte, di grande effetto. E così, in una calda serata di circa due anni fa (precisamente nel mese di luglio del 2014), tante persone erano venute ad assistere al suo spettacolo, proprio alle porte di Perugia. L'illusionista, anche questa volta, strega tutti. Con i suoi trucchetti che vengono eseguiti con la collaborazione di una giovanissima ragazza, che s'inventa sua particolare assistente. Ma alla fine dell'allegro spettacolo, una volta chiuso il sipario, ecco verificarsi qualcosa di inaspettato. Il cinquantenne, pardon il mago, a questo punto si propone di accompagnare la “valletta” nella sua casa, che si trova a poca distanza. Ma durante il breve tragitto l'uomo si ferma invece nei pressi della sua abitazione. E come colto da un raptus, “avrebbe costretto la minorenne a subire atti sessuali”. Consistiti in palpeggiamenti soprattutto al seno sinistro. Alla fine la poveretta era riuscita a “liberarsi” dalla morsa del mago, per poi denunciare qualche tempo dopo ciò che le era accaduto ai carabinieri della locale stazione. Facendo scattare un procedimento giudiziario nei confronti dell'uomo, ora alla sbarra con un'accusa pesante come un macigno: violenza sessuale. Aggravata dal fatto che lo stesso, come si legge nel ricco capo d'imputazione, “avrebbe costretto la giovane con la forza, esercitando su di lei una pressione tale che la stessa si è sentita quasi soffocare”. Da qui gli atti sessuali. Con l'aggiunta di aver commesso il fatto all'interno di uno scantinato ubicato proprio sotto l'appartamento dell'attuale imputato”. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di mercoledì 22 giugno (CLICCA QUI)