Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In aula i racconti degli incontri a luci rosse con l'anziano

Tifoso con Daspo assolto

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

E' accusato di aver abusato sessualmente di una ragazzina, ora maggiorenne. In cambio di alcuni regali e di piccole somme di denaro. Incontri a “luci rosse” che lo hanno portato sotto inchiesta per violenza sessuale. Protagonista un 83enne residente Gualdo Cattaneo (ora ai domiciliari, difeso dall'avvocato Silvia Serangeli). Con la torbida vicenda che aveva gettato nella bufera anche la mamma della giovane, finita nella bufesa per “aver messo sua figlia nelle mani di quell'uomo”. Con tanto di arresti (poi revocati) per sfruttamento della prostuituzione. Ma nella squallida storia, tornata in aula, non c'è solo questa accusa all'indirzzo dell'anziano. Che, secondo la tesi del pubblico ministero Valentina Manuali, “avrebbe abusato anche di altri due minorenni (precisamente una bambina ed un bambino, rappresentati rispettivamente dai legali Serena Massimi e Giovanni Picuti) di appena 12 e 13 anni. Che proprio ieri pomeriggio, nell'ambito dell'incidente probatorio davanti al giudice per l'udienza preliminare Carla Giangamboni, sono stati sottoposti ad una drammatica audizione protetta (alla presenza di uno psicologo). Nel corso della quale “avrebbero raccontato nei dettagli tutte le loro frequentazioni con l'83enne”. In precedenza, la giovane vittima di molestie sessuali (dal suo racconto era di fatto scattata l'indagine) aveva scagionato la madre, dicendo che “lei non sapeva nulla”.