Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Doping in palestra e banconote false: 11 sotto inchiesta

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Tutto aveva preso inizio da una complessa e interminabile indagine dei militari del Nas sul doping in città. Con tanto di lente puntata soprattutto su alcune palestre dislocate nell'intera provincia, dove sarebbero state somministrate - a più riprese - sostanze ritenute proibite. Ma a seguito del blitz scattato alcuni anni fa, ecco il colpo di scena. Perché da alcune intercettazioni telefoniche gli inquirenti scoprono che il gruppo finito nel mirino trafficava anche banconote fasulle. E proprio da qui è scattato il procedimento giudiziario nei confronti di undici persone, in gran parte residenti a Perugia. Con la vicenda, che aveva scosso e non poco l'opinione pubblica, sbarcata giovedì 9 giugno davanti al giudice per l'udienza preliminare Alberto Avenoso. Dove, con molta probabilità, si sarebbero avanzate le prime richieste di riti alternativi da parte di alcuni difensori. Naturalmente prima di arrivare alla decisione. Ma quello che doveva essere il “giorno della verità” si è presto trasformato nell'ennesimo nulla di fatto per l'assenza del capo d'imputazione di una delle persone coinvolte. Si tornerà in aula nel mese di ottobre prossimo.