Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Settantenne malmenata e uccisa, arrestata 53enne albanese

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Con l'accusa di omicidio è stata arrestata Renata Kette, albanese di 53 anni, che era stata inizialmente sottoposta a fermo come indiziata del delitto della settantaduenne Danielle Claudine Chatelain. E' terminata così la prima fase dell'indagine sul fatto accaduto nella mattina di venerdì 27 maggio nella centrale via Oberdan. Secondo l'accusa l'anziana sarebbe morta in seguito alle ferite riportate dopo essere stata malmenata dall'albanese, compagna della figlia morta della settantaduenne che abitava nello stesso palazzo in cui è avvenuto il delitto. Durante l'interrogatorio la donna accusata di omicidio, difesa dall'avvocato Sashia Soli, si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Secondo le prime informazioni, l'accusata di omicidio e percosse avrebbe frequentato con assiduità l'abitazione della donna uccisa anche se non proprio come badante, come aiutante nei lavori domestici e come dog sitter, dato che Danielle Chatelain, da tutti conosciuta come Daniela, condivideva la sua abitazione con cani e gatti.