Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Chiedono biglietti alle stazioni del minimetrò: cinque nei guai

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Novità in merito ai disagi procurati a Perugia agli utenti del Minimetrò a ridosso delle stazioni, ed in particolare della stazione Fontivegge, dopo la denuncia della Lega Nord. La polizia ha effettuato un sopralluogo in zona Fontivegge, dove è emersa la tendenza di alcuni questuanti a chiedere ai passeggeri il ticket adoperato allo scopo di provare a rivederlo a prezzo più basso, se ancora utilizzabile. Nell'ambito dell'operazione sono stati identificati cinque cittadini di origine africana, che poi si sono allontanati. Sull'argomento da registrare anche una nota della società Minimetrò: “Il tema dello scambio dei titoli di viaggio nelle aree esterne alle stazioni del Minimetrò, che si manifesta anche attraverso richieste "pressanti" agli utenti in uscita dal Minimetrò dei biglietti già utilizzati ed ancora in corso di validità, ha spinto la società, fin dal 2011, ad adottare specifica soluzione tecnica, con finalità prettamente antielusiva (cosiddetta “gabbia temporale”), consistente in un meccanismo che impedisce il riutilizzo del titolo di viaggio corsa singola Up, già convalidato, per 20 minuti a partire dall'obliterazione in uscita. Nello specifico la Società, munita peraltro di adeguato sistema di videosorveglianza lungo tutta la linea non ha rilevato, all'interno degli spazi di sua competenza, comportamenti “anomali”; si ritiene che l'episodio segnalato coinvolga aree esterne al minimetrò”.